Raccolta di canti "Tu sei il mio mattino"

PRESENTAZIONE

        Perché questi canti? Come nascono? Chi li ha ispirati?

Mettendo ordine fra i miei tanti spartiti, mi è capitato fra le mani il fascicolo 30 corali classici di autori vari, edito nel 1979 da Carrara. Alcuni di quei corali di Bach, avevano il testo in italiano di Filisetti. Ho letto con attenzione i vari testi ed erano ancora attuali e di una freschezza poetica eccellente. Li ho posati sul pianoforte e ho iniziato a scegliere alcuni testi che fossero adatti ai vari tempi e feste dell’Anno liturgico; ho composto così 15 canti per i vari tempi.

-       Il sottotitolo, cantare l’Anno liturgico, va nella direzione di acquisire pian piano dei canti ritualmente pertinenti. Così come avveniva con i canti in gregoriano, dovremmo anche in italiano, avere dei canti che esprimono la festa celebrata e l’aderenza al rito celebrato. I canti adatti ad ogni tempo non svolgono il loro compito con verità, si consumano in fretta e diventano poco significativi della fede dell’assemblea radunata ..

-       La scrittura musicale tiene conto delle reali possibilità esecutive delle nostre assemblee e dei nostri cori parrocchiali. Il musicista deve sempre essere attento alle persone concrete che frequentano le nostre chiese e alla insufficiente educazione musicale presente in Italia. Perciò la composizione musicale procede tranquilla e ordinata, facendosi condurre da una buona melodia semplice e cantabile. La melodia dei vari canti è adatta alle nostre assemblee, sia per il ritmo e sia per la cantabilità semplice; infatti l’ambito melodico è sempre nella ottava centrale e i tempi sono adeguati e accessibili. 

-       L’altra questione della polifonia è stata risolta con la esecuzione a tre voci dispari: soprani, contralti e uomini. È ormai evidente che i nostri piccoli cori sono formati in grande maggioranza da donne e da pochi uomini; ecco l’esigenza di questo procedimento polifonico. È una scrittura musicale ben presente fin dai tempi antichi e che ben si adatta alla nostra attuale situazione. 

-       L’accompagnamento è organistico e si sviluppa in modo lineare e agevole. Gli organisti più preparati potranno inserire anche qualche pedale. La scrittura segue la melodia, appunto per facilitare il canto dell’assemblea. 

-       Per ragioni economiche si è pensato di registrare tutti i canti e di inserirli sul sito delle Edizioni Carrara, dove si possono ascoltare gratuitamente. È un aiuto in più offerto specialmente a quei coristi che hanno qualche difficoltà nella lettura musicale. 

-       È bene e opportuno che si sviluppi sempre la composizione di nuovi canti liturgici, senza però dimenticare la storia passata che fa parte del nostro bagaglio culturale. Sarà il tempo e la pratica celebrativa a scegliere fior da fiore e conservare quei canti che raccontano la preghiera cantata del popolo cristiano. 

Don Antonio Parisi  

 

DOWNLOAD MP3

Cieli stillate (Avvento)

Scendi, Luce, su di me (Avvento)

In dolce giubilo (Natale)

Lodate Dio, popoli (Natale)

Abitare dal Signore (Quaresima)

Fortezza inespugnabile (Quaresima)

Un canto nuovo canterò (Pasqua)

Uniti nel Cenacolo (Pentecoste)

O Donna di salvezza (Maria)

Con gli angeli del cielo (Defunti)

Se voi avete fame (Offertorio)

All'acqua della fonte (Comunione)

Il Signore è il mio Pastore (Comunione)

Ti cercherò, Signore (Comunione)

Tu sei il mio mattino (Comunione)

Tags: